E NON POTRETE DIMENTICARMI MAI PIÙ

Serata radiofonica dedicata ad Antonin Artaud

mercoledì 23 novembre 2011, ore 21
in diretta dalla sala A di via Asiago, Roma

con Elena Bucci, Roberto Latini, Sandro Lombardi

interventi sonori di Gianluca Misiti
regia di Roberto Latini


curatori e conduttori Laura Palmieri e Antonio Audino
contributi critici Lorraine Dumenil, Maia Giacobbe Borelli, Enrico Magrelli, Ferruccio Marotti
ideazione del progetto Antonella Ottai e Paola Quarenghi

RaiRadio3 in collaborazione con
Centro Teatro Ateneo - Dipartimento Storia dell'Arte e Spettacolo Università La Sapienza di Roma, Servizio di Cooperazione Artistica e Culturale dell'Ambasciata di Francia, Accademia di Francia - Villa Medici, Teatro di Roma, SOFIA - Société française des intérêts des auteurs de l'écrit

Serata radiofonica in cui le vocalità di Elena Bucci, Roberto Latini e Sandro Lombardi danno vita a immagini sonore tratte dagli ultimi scritti di Artaud e da testimonianze, mentre interventi di studiosi di teatro, letteratura e cinema aiutano a orientarsi nella straordinaria varietà di linguaggi in cui si esprime il suo pensiero poetico. Fra i testi scelti figura Pour en finir avec le jugement de dieu (Per farla finita col giudizio di dio), la trasmissione radiofonica registrata e vietata all’ultimo momento, che rappresenta uno dei rarissimi documenti in cui è possibile ascoltare la voce di Artaud. Il titolo della serata E non potrete dimenticarmi mai più è tratto da una breve composizione inizialmente destinata a questa performance. Come altre opere dello stesso periodo anche Pour en finir è caratterizzata da un forte sentimento antireligioso, da una carica rivoluzionaria che sovverte le regole tranquillizzanti del pensiero comune, dall’ossessione di ridare all’uomo, attraverso l’arte concepita come intervento fisico sulla realtà, un’anatomia nuova, un corpo senza organi non più soggetto a quelle sofferenze che Artaud sperimentò nel corso di tutta la sua vita.